Ornitologia online - Prodotti per uccelli
Geavet
Cocoshop - Acquisti articoli per cocorite e pappagallini

COCOSHOP!!!

Acquista articoli ed alimenti per le tue cocorite

Selezione migliori prodotti dedicati ai pappagallini


Mangimi Alimenti Accessori Integratori Libri

Centro Veterinario Animali Esotici Palermo Sicilia Centro specializzato  nel trattamento veterinario di animali esotici

Centro Veterinario per Animali Esotici


Centro Veterinario di Palermo, specializzato nella cura degli animali esotici


Viale Regione Siciliana Sud Est 422-426 :: Tel. 349.2581860 :: www.veterinarioesoticipalermo.it

BirdsPlanet negozio online con articoli per animali
TropicalWorld, vendita di articoli per uccelli e volatili

TropicalWorld


Vendita di articoli per uccelli e volatili


COCORITI.COM

Portale del pappagallino ondulato

Accessi totali: 1288356
Accessi oggi: 164

Cocorite e pappagallini ondulati

- schede informative

Costruire una voliera da esterno per pappagallini

La voliera da esterno per i pappagallini

I pappagallini ondulati sono uccellini robusti che vivono abbastanza facilmente in una voliera all'aperto durante tutto l'anno.
Tuttavia devono essere protetti dagli agenti atmosferici e dalle intemperie ed è per questo che la voliera deve essere composta generalmente da due sezioni:

Schema voliera a esterno per pappagallini ondulati


La parte esterna, una struttura metallica incorniciata dal legno, viene chiamata "voliera", mentre quella chiusa, una sorta di stanzino è conosciuta come "casetta".

La casetta può essere incorporata in una struttura più grande, la "stanza degli uccelli", che offre più spazio per la riproduzione e l'addestramento.

Acquistare un modello base è relativamente semplice, dato che alcune ditte producono modelli base da montare con pannelli già trapanati, tuttavia occorre prestare attenzione alla qualità dei materiali impiegati e ad alcuni extra, come ad esempio il trattamento del legno con un conservante adatto.

La richiesta di voliere raggiunge il suo apice nei mesi primaverili ed estivi e spesso verso la fine dell'anno vi sono interessanti svendite che permettono di risparmiare parecchio.

In periodo di gelate è tuttavia difficile montare una voliera che deve avere delle solide fondamenta e il ghiaccio ostacola la gettata di cemento e malta: evitate quindi di farlo nella stagione invernale.

L'installazione della voliera:


Pianificate la posizione della voliera considerando la possibilità di un ampliamento futuro.

La zona ideale è riparata dai venti dominanti e possibilmente nascosta dalla facciata della casa, in quanto i pappagallini potrebbero costituire un bersaglio per vandali di passaggio e le femmine che covano essere disturbate.

Evitate anche di mettere la voliera confinante con le finestre delle camere da letto, dato che il cinguettio dei nostri piccoli amici potrebbe risultare fastidioso alle prime luci dell'alba.

La preparazione del luogo


Dopo aver scelto l'area per l'installazione della voliera, estraetene accuratamente tutto il terreno erboso, trasferendo le zolle in angolo ombreggiato del giardino: se mantenute umide, esse saranno riutilizzabili per riempire in futuro zone danneggiate.

Preparazione delle fondamenta


Scavate intorno al perimetro delineato un canale profondo 45 cm in cui collocare i blocchi che sosterranno l'intera struttura in legno: scavate il canale un po più largo dei blocchi, così da poterli facilmente posizionare su uno strato di malta.



Il pavimento della voliera


La scelta del pavimento della voliera è alquanto delicata: un tappeto erboso può sembrare più attraente di uno strato di calcestruzzo, laste di pietra o ghiaia, ma nel lungo periodo non sarà così soddisfacente: l'erba tenderà a morire, specialmente quando i pappagallini inizieranno a mangiarla, e il drenaggio potrebbe rivelarsi un problema, dando luogo a chiazze di fango nella stagione umida.
Inoltre la superficie sarà difficile da pulire, esponendo i pappagallini al rischio di malattie batteriche.

La scelta migliore è preparare uno base di cemento: scavate il pavimento della voliera esterna ad una profondità di 23 cm e riempitela per 15 cm con uno strato ben compatto di massicciata, versando la miscela sopra le fondamenta il più uniformemente possibile.

Lo strato superiore deve consistere in ugual misura di sabbia e cemento, andrà preparato con maggior cura, magari con l'aiuto di un muratore, per essere sicuri che il fondo della voliera risulti levigato e ben rifinito.

Se il lavoro non è ben fatto, l'acqua non filtrerà adeguatamente, accumulandosi in pozzanghere.

Il pavimento dovrebbe essere inclinato verso un foro di scarico, situato nel punto più lontano dalla stanzetta: due piccoli scarichi al posto di uno offrono maggiori garanzie, nell'eventualità, durante un forte temporale, uno di essi venga ostruito dalle piume dei pappagallini.

La miscela di cemento non deve essere troppo sabbiosa o il pavimento si presenterà a scaglie, dando luogo a poco salutari formazioni di muschi e alghe nei periodi di maggiore umidità.

Anche un essiccamento troppo rapido può causare lo stesso problema: se fa molto caldo, coprite la malta umida con un sacco, per proteggerne la superficie.

Ci vorranno almeno un paio di giorni perché la base si asciughi, e in questo tempo vanno tenuti lontani gatti o altri animali.

Un'alternativa al calcestruzzo sono le lastre di pietra, che vanno poggiate anch'esse su una superficie stabile, quale uno strato di massicciata.

Il problema principale della pavimentazione in pietra è trovare la giusta pendenza che ne assicuri il corretto drenaggio dell'acqua.

Inoltre una volta sistemate le pietre, dovrete riempirne gli interstizi con della malta, per ottenere una superficie levigata facile da pulire.

Per le zone più vissute (quindi sotto i posatoi) dove si accumula la maggior parte degli escrementi e della sporcizia è sempre consigliabile mettere delle lastre di pietra, più facili da pulire.

La ghiaia è adatta solo per voliere che ospitano pochi esemplari.

Costruire una voliera da esterno per le cocorite


La voliera Esterna


Occorre preparare un progetto preciso prima di iniziare: la rete metallica viene venduta in genere in rotoli larghi 90 cm, e potete risparmiarvi lavoro inutile progettando una voliera che abbia dimensioni multiple di 90, come ad esempio 270 cm di lunghezza x 180 di altezza x 90 di larghezza.

Il legno va trattato con un conservante atossico, se acquistate un legno già trattato verificate il prodotto impiegato.

Nel progetto della voliera è importante pensare a come tenere ben unite le tavole tra di loro, per rinforzare tutta la struttura ed evitare deformazioni.

Per l'esterno si raccomanda un legno di almeno 5 cm di spessore.

Dopo aver impermeabilizzato il legno e lasciato asciugare, potete montare i singoli telai fissandolii con viti e chiodi. Coprite successivamente le intelaiature con una rete a maglia quadra da 1,25.

Attaccate la rete ben tesa al lato che alla fine costituirà la facciata interna, e una volta fissata assicuratevi che non vi siano punti deboli.

Pappagallini ondulati nella volieraNon lasciate la voliera esterna completamente esposta agli agenti atmosferici: un foglio di plastica ondulata e traslucida fissato sulla parte superiore della rete e che si estenda per almeno 90 cm a partire dalla stanzetta, proteggera gli uccelli dal vento e dalla pioggia e impedirà infiltrazioni d'acqua.

Durante l'inverno, è opportuno applicare questa plastica anche lungo le pareti della voliera più vicine alla stanzetta.

La Stanzetta


Per il progetto della stanzetta ci sono più varianti:

una prima possibilità è una struttura a parallelepipedo incorporata al retro della voliera dove gli uccelli possono appollaiarsi.
In questo caso, l'ingresso è dalla voliera, attraverso una piccola porta di accesso.

In alternativa potrete costruire una vera e propria stanza che comunichi con la voliera tramite una porta.

A seconda delle dimensioni della voliera, la stanzetta può occupare tutto o una parte delle estremità.

Rivestite le pareti della stanzetta con compensato spesso che è un efficace isolante, mentre sul tetto della stanzetta predisponete delle grondaie per permettere all’acqua piovana di scivolare via.

E' importante che l'interno della stanzetta sia sempre asciutto, quindi isolatelo con la massima cura, sigillando ogni interstizio visibile con silicone da acquario, pima di applicare un doppio strato di feltro isolante.

La stanzetta deve essere ben illuminata per invogliare i pappagallini a rifugiarsi al suo interno: inserite due finestre con doppio vetro, una sul retro e una su un lato.

Le finestre devono potersi aprire per migliorare l'areazione.
Il lato interno della finestra va coperto con la rete metallica, che impedisce sia la fuga degli uccelli quando sono aperte, sia la possibilità di andare a sbattere sul vetro, volandoci conto.

È una buona idea rivestire con la rete anche l'interno della stanzetta per evitare che i pappagalli rosicchino il legno di rivestimento.

Stanzetta e voliera vanno collegate con una porta, per permetterci di accedere a quest'ultima , e da un foro quadrato di circa 15 cm di lato posto a 1,5 mt da terra, per permettere il passaggio degli uccelli dall'una all'altra, che può anche essere ritagliato nella porta.

Particolare della voliera per cocoritePredisponete una piccola piattaforma di atterraggio all’ingresso del foro sia internamente che esternamente alla stanzetta(foto a sinistra).

Il fondo della stanzetta può essere rivestito con vecchi giornali da cambiare ogni due giorni, al fine da mantenerla sempre pulita.

Il portico di sicurezza


Il portico di sicurezza è indispensabile per evitare fughe quando si entra nella voliera.

L'ideale è che sia adiacente alla stanzetta, in quanto è qui che verrà dato da mangiare agli uccelli.

La realizzazione del portico è semplice, le giuste dimensioni sono 90 cm di profondità x 180 di altezza, e la rete metallica sarà la scelta più economica e funzionale. Incardinate la porta di accesso al portico in modo che si apra verso l'esterno, mentre quella tra portico e stanzetta in modo che si apra all'interno di essa: avrete così lo spazio per riporre l'occorrente per la pulizia oltre a entrare e uscire facilmente.

I posatoi nella voliera


I pappagallini necessitano di posatoi sia nella voliera esterna che in quella interna.
Anche in questo caso sono preferiti posatoi in rami naturali , e si rimanda all'articolo dedicato.

Come tenere alla larga gatti, topi e animali nocivi


Per dissuadere i gatti a camminare sul tetto della voliera è possibile costruire un "falso tetto",costruendo un'intelaiatura di legno rialzata di circa 30 cm sul tetto della voliera, e inchiodandovi una rete calibro 22 (a maglia quadra da 5 cm).

Un altro pericolo è costituito da topi e ratti , che in genere sono attratti dalla presenza di cibo: la miglior prevenzione è la pulizia (evitando che sia accumulino sul fondo ingenti quantità di semi) e la scelta di reti a maglia stretta e fondamenta ben solide, che impediscano l'ingresso di questi roditori nella voliera.

I topi rappresentano un pericolo per la salute degli uccelli, perché possono contaminare cibo e acqua e trasmettere molte malattie.

Si evitino veleni e trappole per topi internamente alla voliera, ma si faccia attenzione al perimetro della voliera che deve essere controllato con una certa frequenza, in quanto molti predatori entrano nella voliera facendo razzie di uccelli scavando tunnel sotterranei.

La manutenzione della voliera


Una frequente pulizia e opportuna manutenzione farà durare a lungo la vostra voliera: il feltro isolante dopo qualche anno andrà cambiato e la struttura in legno riverniciata.


Bibliografia : D.Alderton  A birdkeeeper's guide to Budgies

Schede informative in archivio


Vediamo in questa scheda cosa non dovrebbe mancare nel coco-armadietto dei medicinali. Nella prima parte troviamo elencati i rimedi naturali, con indicazioni relative; nella seconda parte i rimedi "di sintesi" utilizzabili con tranquillità. Sono stati volutamente...


I semi e i cereali costituiscono la base della piramide alimentare dei nostri pappagallini: essi apportano prevalentemente carboidrati e alcuni amminoacidi oltre a vitamine del gruppo B. Alcuni semi, che rientrano nella categoria di quelli oleosi, sono ricchi di grassi, per...

Vediamo in questa scheda , alcuni accessori di semplice realizzazione e comprovata utilità che è possibile realizzare in casa, per i nostri pappagallini.La scheda è soggetta a possibili  integrazioni successive Doccetta per pappagallini Specialmente d'estate questo...

La primavera è alle porte e fino ad autunno inoltrato ci offrirà numerose erbe,fiori e bacche che potremo raccogliere per integrare e migliorare l'alimentazione dei nostri pappagallini.   Vediamo in...

Elenchiamo in questa scheda i cibi e le sostanze con i quali i nostri pappagallini non devono assolutamente venire in contatto. Il grado di tossicità non è uguale per tutte: l'ingestione o l'inalazione di alcune delle sostanze indicate provoca la morte nel giro di pochi minuti, altre...

I pappagallini fanno parte della nostra famiglia e una sana alimentazione è alla base del loro benessere.   Oltre alle classiche miscele di semi, in commercio si trovano spesso prodotti pensati per integrare la loro alimentazione, quali pastoncini,...

Mettere o non mettere l'anellino alla zampetta delle nostre cocorite? Cerchiamo in questo articolo di fare chiarezza sulle motivazioni di questa scelta, sui pro e contro, sulla tipologia di anellini esistenti e sulle modalità di applicazione. Perché mettere un anellino ai...

Una delle attività giornaliere principali delle nostre cocorite è quella di lisciarsi e pulirsi il piumaggio. Ma cosa sono e a cosa servono esattamente le penne e le piume? Penne e piume sono uno degli elementi che caratterizzano i volatili, quindi anche i nostri...

L'alloggio è particolarmente importante per il benessere dei pappagallini, che fanno capire chiaramente con il loro atteggiamento se si trovano o meno a proprio agio. Le persone che decidono di tenere i propri uccellini in gabbia, devono tener presente alcune cose: in...

LA VISTA Gli occhi di un pappagallino elaborano circa 150 immagini al secondo,mentre l'uomo arriva al modesto numero di 15-20. Il pappagallino ha, per così dire, un occhio estremamente al rallentatore e può in tal modo localizzare ogni movimento nemico: un film sarebbe per lui...

Presentiamo in questa pagina alcuni possibili accoppiamenti tra coco e proviamo a stimare le caratteristiche della prole. Innanzi tutto dobbiamo identificare la mutazione del nostro amico pennuto, e per fare questo osservate le seguenti foto  e cliccate sul cocorito che...

Abbiamo già visto come al momento dell'acquisto di un pappagallo, ci si possa rendere conto a grandi linee dell'età e dello stato di salute del nostro nuovo amico, grazie ad un'osservazione attenta del piumaggio, del becco, delle zampe e delle feci. Tuttavia anche un pappagallino...

Chiunque abbia una coppia di cocorite, prima o poi viene colto dal desiderio (o di assecondare il desiderio delle sue coco) di farle riprodurre, e inevitabilmente, prima o poi arriva a chiedersi: "Come saranno i pulli?" Per tentare di rispondere a questa domanda dobbiamo...

Ecco una breve guida che vi può aiutare nella scelta di un pappagallino ondulato. Elementi come l'età, il sesso e soprattutto lo stato di salute sono indispensabili per un acquisto sicuro. L'età Nella maggior parte dei casi è sempre bene acquistare un esemplare...

I pappagallini ondulati sono uccelli molto resistenti, con grandi capacità di adattamento sia climatico sia territoriale. Per le cocorite, la riproduzione non è tanto legata al clima (e quindi alle stagioni), ma alla disponibilità di cibo. Appare evidente che in natura la...

Le cocorite sono esserini molto delicati per cui bisogna prestare molta attenzione alla loro salute. Istintivamente il vostro piccolo amico cercherà di nascondere eventuali malesseri, per questo la quotidiana osservazione dell'aspetto e del comportamento del coco si rivela di...

Dall'alimentazione delle nostre cocorite dipenderà la loro salute, il loro benessere e la loro longevità. Riempire la mangiatoia di miscela di semini è senz'altro un'operazione veloce , ma non completamente salutare per i nostri piccoli amici. Intendiamoci, le miscele di semini...

Se vivete con uno o più cocoriti liberi, dopo che avrete passato i primi mesi a tentare invano di insegnare loro l'italiano, vi accorgerete che è molto più facile che impariate voi il cocoritese. Il pappagallino ondulato si fa capire in maniera...

 La casa è un luogo sicuro per le nostre cocorite,  ma nasconde tanti pericoli, per cui bisogna fare molta attenzione. Purtroppo parte di queste notizie sono macchiate di sangue, in quanto frutto di una triste esperienza diretta. Inizierò con l'elencare i potenziali...